Terrorismo, governo battuto al Senato


[ad_1]

Forse è solo un caso o un segnale, ma il governo è stato battuto al Senato. L’esecutivo infatti è andato sotto al Senato su una ratifica che riguarda alcuni accordi internazionali in materia di lotta al terrorismo. “Il governo -spiega il senatore di Fi, Lucio Malan- è andato sotto al Senato per la sua arroganza e incapacità. Voleva colpire con pene ridicole il terrorismo nucleare. Solo da 6 a 12 anni di carcere per detenzione di bomba nucleare e da 15 a 24 per farla esplodere”.

“Da più parti era stata espressa l’inadeguatezza di questa norma ma i relatori del Pd e il governo hanno dato parere contrario all’emendamento di Fi che alza le pene”. Anche i verdiniani e Ap, si apprende, hanno votato con le opposizioni…..

leggi tutto….

 

 

 
[ad_2]

fonte qui