Arrestato imam “moderato” e “anti-terrorismo” per minacce e possesso di armi illegali


[ad_1]

È finito in manette, nel Salernitano, per detenzione illegale di arma clandestina e ricettazione. Lui è un imam conosciuto in zona per il suo attivismo antiterrorista e per il suo ruolo di rappresentante della comunità islamica, si chiama Larbi Dernati ed è un marocchino di 30 anni, da anni residente in Italia. I militari del Reparto territoriale di Nocera Inferiore e gli agenti del Commissariato di Sarnolo hanno arrestato nella serata di ieri.

Carabinieri e poliziotti sono intervenuti presso l’abitazione sarnese dell’uomo per una lite in famiglia, nel corso della quale il magrebino avrebbe aggredito i propri congiunti. Nel corso della perquisizione domiciliare è stato rinvenuto, abilmente occultato
nella camera da letto, un fucile da caccia calibro “12” con matricola abrasa. L’uomo, inizialmente resosi irreperibile dopo la lite con i familiari, è stato successivamente rintracciato nelle vicinanze della sua abitazione e arrestato.

Dernati è noto per aver organizzato l’anno scorso a Sarno una giornata contro il terrorismo. “La stragrande maggioranza dei musulmani non ha nulla a che fare con il terrorismo”, aveva detto; “anzi molti di loro, nelle ore successive agli attentati di Parigi si son sentiti offesi ed umiliati per le strade, sui posti di lavoro perché individuati, ingiustamente, come dei complici morali degli attentatori”.

Fonte

[ad_2]

fonte RN

Lascia un commento